RICONOSCIMENTO COPRIWATER
catalogo Geberit Geberit ricambi geberit

La storia di Geberit. Le sue cassette esterne ed incasso che hanno conquistato i bagni di tutto il mondo (part 1)

Oggi vogliamo scoprire la storia di un marchio del mondo arredobagno che è considerato tra i leader del settore: GEBERIT. Della sua storia recente ne abbiamo parlato QUI e ne roportiamo un passaggio: ” Il Gruppo Geberit è presente a livello globale ed è leader europeo nel settore dei prodotti sanitari. Geberit opera con un’ampia presenza locale nella maggior parte dei paesi europei, fornendo un valore aggiunto unico quando si tratta di impiantistica idraulica e ceramica per il bagno.

Il network produttivo comprende 29 stabilimenti produttivi, di cui 2 in Italia, con 12.000 dipendenti in 50 paesi, di cui quasi 600 in Italia. Le azioni di Geberit sono quotate alla SIX Swiss Exchange dal 1999 e sono incluse nel SMI (Swiss Market Index) dal 2012. Con una capitalizzazione attuale di 26,5 miliardi di euro e un azionariato diffuso, Geberit ha generato un fatturato di 3,0 miliardi di euro nel 2020, il 90% del quale è realizzato in Europa.”

Il punto di partenza (periodo 1874/1929)

Ma oggi vogliamo vedere le origini, il punto di partenza di un successo strepitoso e soffermarci su alcune tappe fondamentali. Che poi potrete eventualmente approfondire QUIOGNI FUTURO HA BISOGNO DI UN PASSATO. LA STORIA DEL GRUPPO GEBERIT

GEBERIT e la sua storia ultra-centenaria

L’inizio della storia risale al 1874, sulla Engelplatz nel centro storico di Rapperswill (CH) Caspar Melchior Albert Gebert (1850-1909) of St. Gallenkappel, aprono una piccola officina di lattoneria. Dopo circa vent’anni di duro lavoro arrivano i primi risultati e sempre nella stessa piazza viene acquistata la proprietà “Phönix” sul lato soleggiato della Engelplatz. Un anno dopo, il laboratorio viene trasferito in questi locali e viene aperto un negozio al piano terra.

GEBERIT e la sua storia ultra-centenaria

E arriviamo ai primi del ‘900, anni segnati dalla prima, ma non per questo piccola, rivoluzione nel mondo dell’idraulica fatta dall’azienda. Già in quel momento si capiva la capacità innovativa e progettuale di gestire l’acqua di questa famiglia. I figli Albert Emil e Leo Gebert riescono a produrre la prima cassetta di risciacquo in legno rivestita di piombo con raccordi in piombo; chiamato “Phönix”, questo prodotto è la pietra angolare per la crescita futura. Il primo galleggiante, la prima campana azionata a leva! Il successo incredibile di questo prodotto tra i clienti che ne riconoscono subito l’affidabilità porta i fondatori dell’azienda a registrare il primo brevetto per la cassetta Phönix nel 1912. Pochi anni e tante vendite di cassette di scarico e Geberit comincia a prendere la forma di un’industria e abbandonare l’idea di laboratorio artigianale.

Nel 1916 avvia la costruzione del nuovo capannone e impianto di produzione viene raggiunta con l’acquisto di un terreno nella Falkenstrasse a Rapperswil (CH). Nei cinque anni successivi la produzione si concentra sulle sette rivestite in piombo con i meccanismi in ottone e rubinetti a sfera e valvole.

GEBERIT e la sua storia ultra-centenaria

Nuove macchinari all’interno dell’azienda cominciano a sviluppare numeri importanti sui lotti produttivi. Da questo momento il passo per cominciare a guardare oltre il piccolo mercato interno svizzero a quello enorme europeo è un attimo. Questa fase storica si porta a compimento nel 1929 con l’apertura del primo ufficio esterno dell’azienda con deposito nella città di Parigi.

Il periodo dell’industrializzazione e le cassette esterne in plastica (1935/1959)

Siamo a metà degl’anni ’30 (1935) e l’azienda, tra le prime dell’epoca, comincia a introdurre un materiale rivoluzionario per i suoi prodotti: la plastica. Per le sue cassette di scarico, fino a quel momento realizzate in legno rivestito di lastre di piombo, si comincia a provare a realizzarle in questo materiale nuovo che non soffrirà l’acqua e la sua umidità. Per Geberit è un’altra tappa del cammino che porterà al successo di oggi. Arriviamo al periodo bellico, anni tremendi anche per le aziende della neutrale Svizzera. Il genio dei fondatori si nota anche in questo periodo. Per rimanere a galla converte tutta la sua produzione per costruire tetti piani in lastre di pomice.

La storia di GEBERIT

Tra suoi clienti di quel periodo anche il politecnico federale di Zurigo. Il periodo post-bellico è difficile per tutte le attività economiche, Geberit compresa. L’intuzione di vent’anni prima di cominciare a utilizzare le materie plastiche però l’aiuta nella ripresa. Inizia infatti la produzione in serie delle cassette di scarico in plastica (1952). Qui a fianco un’immagine della catena produttiva dell’archivio dell’azienda in quel periodo.

La qualità prodotto tipica dell’azienda affidata alle mani esperti di donne precise e puntigliose come solo loro sanno essere.

La storia di GEBERIT

Grazie a questa combinazione di fattori (materiale, produzione in serie (reperibiltà) e qualità del prodotto) l’azienda supera il periodo complicato. Solo un anno dopo, nel 1953 registrerà il marchio Geberit che tutti noi oggi conosciamo. Il cammino per il successo comincia da lì. Passano solo due anni (1955) e viene fondata a Pfullendorf la società di vendita tedesca con impianti anche produttivi. La “piccola” società elevtica si trasforma in multinazionale moderna. Nei dieci anni successivi ci sarà il consolidamento anche sul mercato francese, in parte abbandonato durante il periodo bellico e altra tappa, a livello prodotti, segnata dall’inizio della produzione (1957) di tubazioni di scarico in materiale plastico (PE) che supererà i vecchi tubi in piombo fino ad allora unico materiale disponibili per gli scarichi nei muri dei bagni.

Abbiamo scoperto un altro pezzo della storia dell’azienda Geberit. La forza di quest’azienda è sempre stata legata alla qualità ed affidabilità dei suoi prodotti. Ma anche la capacità di garantire i ricambi dei suoi prodotti negl’anni successivi all’acquisto. Se cercate la ricambistica Geberit delle loro cassette di scarico vi suggeriamo questo LINK.

Negl’anni del boom e la prima cassetta incasso (1964/1999)

Abbiamo appena visto lo sviluppo nei materiali di produzione delle cassette di scarico esterne che diventano in plastica e permetteranno il successo negl’anni successivi dei modelli AP130AP140AP123 e l’ultima AP116. Oggi partiremo dagl’anni ’60 e scopriremo altri prodotti iconici che hanno permesso il successo internazionale dell’azienda.

GEBERIT e la sua storia. Dalla prima cassetta incasso fino ai combifix

Se nei decenni prima l’azienda si era concentrata sulle cassette cassette esterne, il decennio del ’60 è segnato dall’introduzione della prima cassetta incasso (1964). Rivoluzione che porterà al 1970 con la presentazione della cassetta di risciacquo tipo 10.500 (prodotta fino al 1974) e poi al modello 10.700 icona dei bagni moderni, con la produzione che è durata fino al 1988, quando venne superata prima dalla UP170 Twinline 8 cm e poi dalla UNICA UP700. Il punto di arrivo, allo stato attuale è nel 2016 con il lancio della cassetta da incasso SIGMA 8 cm (codice 109.790.00.1)

Torniamo adesso indietro al periodo degl’anni ’70. Insieme alla novità delle cassette incasso, l’ nda investe su nuove tecnologie che permettono produzioni importanti, viene infatti introdotta (1972) la tecnologia di soffiaggio (per chi volesse approfondire questa tecnica suggeriamo questo LINK).

GEBERIT e la sua storia. Dalla prima cassetta incasso fino ai combifix

GEBERIT nel 1976 si espande anche negli Stati Uniti e fonda la controllata Geberit Manufacturing Inc. con sede a Michigan City, Indiana. E arriviamo al 1985 e
all’acquisizione di Sanbloc GmbH a Weilheim (DE). Questa azienda produce componenti di prefabbricazione vedi foto di fianco). E’ la premessa per il lancio qualche anno dopo (1996) dei moduli combifix con alloggiate le cassette Twinline per i vasi sospesi, ma anche le varianti per il bidet e il lavabo. Queste strutture sottomuro sono state la chiave di volta del successo sul mercato dei sanitari sanitari sospesi che a partire dagl’anni ’90 hanno cominciato a popolare i bagni. Ne abbiamo parlato anche nel post: “I sanitari sospesi moderni“.

Negl’anni ’90 che portano al nuovo millennio sono costellati di nuove aperture produttive, tra cui in UK, e acquisizione di altre aziende che permettono di ampliare l’offerta prodotto ai clienti. 

GEBERIT e la sua storia. Dalla prima cassetta incasso fino ai combifix

Tra queste segnaliamo, nel 1995, proprio in Italia: Deriplast S.p.A., produttore di tubi in plastica di Villadose (IT), viene rilevata integralmente; Geberit deteneva una quota di minoranza del 26% dal 1989. Nel 1990 viene costruito un nuovo stabilimento a Pottenbrunn (AT).

In questo decennio la società (1999) GEBERIT viene quotata in borsa, dopo che nel 1991 i membri della famiglia fondatrice si erano ritirati dalla gestione operativa.

Abbiamo scoperto un altro pezzo della storia dell’azienda GEBERIT. La forza di quest’azienda è sempre stata legata alla qualità ed affidabilità dei suoi prodotti. Ma anche la capacità di garantire i ricambi dei suoi prodotti negl’anni successivi all’acquisto. Se cercate la ricambistica Geberit delle loro cassette di scarico vi suggeriamo questo LINK.

Fonte: https://www.sintesibagno.shop/it/blog/dettaglio-notizia?a=geberit-e-la-sua-storia-dalla-prima-cassetta-incasso-fino-ai-combifix-per-vasi-e-bidet-sospesi-part-3-19641999

RICONOSCIMENTO COPRIWATER

About the author

ArredobagnoNews