TECNOLOGIE

Il calcare in bagno, come eliminarlo!

Ecco che si è riformato il calcare! Dobbiamo deciderci ad aliminarlo al più presto! Ma questa pratica può rivelarsi più difficile del previsto dato che a volte nemmeno i prodotti commerciali studiati appositamente allo scopo si rivelano efficaci come promesso.

Fortunatamente ci sono quelli che potrebbero rientrare nella categoria dei “consigli della nonna”… esistono infatti una serie di rimedi fai da te anticalcare sempre funzionanti e a prova di qualsiasi incrostazione. Essi richiedono l’impiego di sostanze come aceto, succo di limone o acido citrico (completamente biodegradabile).

Doccia, rubinetterie

Se le parti metalliche della vostra doccia presentano calcare difficile da rimuovere con una sola passata dei prodotti che utilizzate comunemente, immergete un panno di cotone o un asciugamano in acqua calda e aceto bianco ed utilizzatelo per avvolgere il braccio della doccia o altre parti interessate. Si tratta di un metodo valido da utilizzare anche per i rubinetti del bagno o della cucina. Per il calcare sulle pareti della doccia o sulle tendine da doccia, passate uno strofinaccio inumidito con acqua e aceto.

Tappi degli scarichi

Se i tappi degli scarichi di vasche da bagno, docce o lavandini presentano una patina di calcare, spesso è inutile perdere tempo e sprecare energie insistendo nello strofinare. Vi basterà infatti lasciare immersi per tutta la notte o per tutto il giorno tappi o altre piccole parti dei rubinetti in aceto puro (aceto di vino bianco o di mele). Trascorso il tempo necessario, il calcare sarà scomparso senza che voi abbiate compiuto alcuno sforzo.

Ingresso degli scarichi

Spesso è ai bordi degli ingressi degli scarichi dei lavelli che si formano le incrostazioni di calcare più difficili da eliminare. Provate dunque a strofinare i bordi con uno spazzolino immerso nel succo di limone o nell’aceto. Un ulteriore rimedio consiste nel chiudere lo scarico con l’apposito tappo e nel riempire il lavello con dell’aceto fino a coprire interamente la parte. Aspettate alcune ore perché si compia il miracolo e quindi strofinare di nuovo con l’aiuto dello spazzolino, se necessario.

Vaso sanitario

Per eliminare il calcare dalla parte superiore del WC, potreste appoggiare sul bordo di esso un panno o un asciugamano imbevuto in acqua e aceto e lasciare agire finché le incrostazioni non si saranno ammorbidite. Per raggiungere le zone più interne, preparate un semplice spray unendo una parte d’acqua ed una di aceto. Per le incrostazioni più resistenti, strofinate delicatamente i punti più difficili con l’aiuto di una pietra pomice.

Specchi e piastrelle

Per la rimozione del calcare da piastrelle o superfici a specchio, aceto e limone si riveleranno ancora una volta la soluzione ideale. A seconda di ciò che avrete a portata di mano, mescolate una parte d’acqua tiepida con una di aceto o con una di succo di limone. Trasferite in un contenitore spray e applicate su di un panno umido o direttamente sulle superfici, quindi strofinate e risciacquate.

Eliminare il calcare

About the author

ArredobagnoNews